MALNUTRIZIONE ED ANGOSCIA PSICOLOGICA

La malnutrizione è uno dei fattori che contribuiscono all’angoscia psicologica negli adulti.

Esistono collegamenti tra la dieta di scarsa qualità e depressione, disturbo bipolare e disagio psicologico.

L’alimentazione è di primaria importanza nella salute mentale e nella cura.

Uno studio canadese che ha analizzato pazienti tra i 45 e gli 85 anni (Canadian Longitudinal Study on Agin), ha dimostrato che l’alto consumo di cioccolata nelle donne e basso consumo di frutta e verdura, si associano ad angoscia psicologica.

Negli uomini una minor forza nella capacità di presa, è indice di cattiva alimentazione e di un considerevole aumento della probabilità di soffrire di angoscia.

Esiste correlazione, già dimostrata da altri studi, tra problemi psicologici, come la depressione, ed aumento della fragilità.

I fattori nutrizionali, oltre ad essere collegati a problematiche psicologiche, hanno rilevanza ed attinenza con il dolore cronico, fattori socio-economici e immigrazione.

Lo studio in questione ha messo in luce differenze di genere tra le donne nate nel paese e quelle immigrate da meno di venti anni, mentre, negli uomini, non era presente una significativa differenza.

Le politiche sanitarie, secondo lo studio, dovrebbero essere volte a migliorare la qualità della dieta, riducendo il rischio nutrizionale, affrontare i problemi legati al dolore cronico ed alla povertà sociale tra le persone che soffrono di disturbi psicologici o mentali.

Questo risultato descritto nello studio, è molto importante perché, in tutto il mondo, la condizione di salute mentale rappresenta un onere grave sia sanitario che sociale.

Share your thoughts