ULTIMI AGGIORNAMENTI

Oggi sono stata in un Ipermercato per la spesa settimane.

C’erano molte persone, direi troppe, senza una regolamentazione per l’ingresso, alcuni indossavano le mascherine FFP1 o FFP2, i guanti in nitrile o in lattice.

Le mascherine FFP1 sono, per chi non è pratico, le più difficili da indossare.

La parte che deve coprire la bocca e il naso è rigida, generalmente contiene una struttura metallica che bisogna adattare sul naso ed assicurarsi che sia ben coperto, vale a dire che il naso non deve stare fuori ma dentro la mascherina.

La parte che si deve legare è composta da lacci che devono essere posizionati sulla nuca ad altezze diverse, per ottenere la migliore adesione possibile, vista la funzione della mascherina di tipo contenitivo.

Oggi ho visto mascherine allacciate dietro le orecchie!

Forse le persone pensano che così si possano riutilizzare, non è così.

Le mascherine di tipo FFP1 non si riutilizzano e se non vengono usate bene, non riescono a svolgere la loro funzione e quindi sono inutili!!!

Per quanto riguarda i guanti, se la cute delle mani non è lesa e quindi ha bisogno di protezione, non danno protezione.

La protezione arriva dal lavaggio frequente delle mani o, se questo non è possibile, per qualsiasi impedimento, è opportuno dotarsi di detergenti a base alcolica con cui è possibile praticare una disinfezione frequente.

È meglio lasciare i guanti a disposizione delle categorie che ne hanno un serio bisogno.

Le mascherine FFP2 sono più protettive, ma difficili da portare per lungo tempo, anche queste non svolgono assolutamente la loro funzione se vi si lascia il naso fuori, è come non averle!

Grazie per l’attenzione

Share your thoughts