QUANTO SOPRAVVIVE COVID-19 SULLE SUPERFICI?

Lo studio in vitro pubblicato sul The England Journal of Medicine di Marzo 2020, ha analizzato l’aerosol e la stabilità su alcune superfici di SARSCoV-2 rispetto a SARSCoV-1.

Il contagio virale è stato analizzato in cinque diverse superfici, plastica, acciaio inox, rame, cartone e aerosol.

RISULTATI

SARSCoV-2 è rimasto nell’aerosol per tutta la durata dell’esperimento che è stata di tre ore.

E’ più stabile su plastica e acciaio su cui può vivere fino a 72 ore, ma con notevole riduzione del titolo virale.

Sul rame non è stata rilevata nessuna carica virale dopo 4 ore.

Sul cartone non è stata rilevata nessuna carica virale dopo 24 ore.

CONCLUSIONI

Le conclusioni di questo studio portano a pensare che il virus sopravvivrebbe nell’aria fino a tre ore, mentre sulle superfici, dipenderebbe dalla tipologia.

In un clima freddo e secco, la sopravvivenza è maggiore, mentre, al sole diretto, la sopravvivenza diminuisce drasticamente.

Sono necessari studi aggiuntivi per comprendere meglio il motivo della variabilità della sopravvivenza legata alle diverse superfici e, anche, rispetto alla sopravvivenza in ambienti chiusi o aperti.

Share your thoughts