IL TEMPO NELL’ERA COVID-19

Perdo troppo temo!”

“Chi ha tempo non aspetti tempo”

“Il tempo è danaro”

Tutti questi modi di dire appartengono al passato.

L’era COVID-19 ha cambiato anche il concetto di tempo.

Sono lezioni tragiche e silenziose che si perdono dietro la solitudine e la malinconia.

Lavorare da casa, certo, offre dei vantaggi che prima si desiderava avere, la possibilità di poter fare tante cose personali e piacevoli, oltre al lavoro, occuparsi maggiormente dei figli, della casa, della famiglia.

Oggi la costrizione tra le mura domestiche non è, dopo tanto tempo, proprio una vacanza, la limitazione della propria libertà cambia, oltre al nostro umore, i livelli di efficienza e attenzione.

Molti esperti consigliano di lavorare di più o pensare a quanto tempo si sprecava per andare e tornare dal lavoro e quanto tempo invece si può usare per fare…

Ma è veramente così?

Il tempo è una dimensione nuova che non conoscevamo prima, la qualità, le pause, la lentezza, la riflessione, il pensiero, oggi sono gli aspetti che meglio lo definiscono.

Chi riesce a farne buon uso ha trovato la soluzione.

Share your thoughts