INTEGRATORI ALIMENTARI- CRISI DEL SETTORE

Le aziende che producono integratori alimentari registrano un impatto negativo nella produzione, nella consegna e nella domanda, soprattutto a causa del blocco della circolazione.

Il quadro è di generale preoccupazione delle aziende del settore. Il sondaggio pensato per monitorare le imprese e valutare l’impatto della crisi ha messo in evidenza che l’emergenza sanitaria ha prodotto un impatto su tutta la filiera, generando ritardi sia nella produzione che nella consegna dei prodotti per almeno 3 aziende su 4.

Anche la domanda ha avuto una flessione, per il blocco della circolazione nelle proprie reti di vendita, informazione medica, importante presso i medici di famiglia e i farmacisti per la promozione dei prodotti.

In alcune aziende, al contrario, l’impatto della crisi sembra essere stato nullo o quasi, riguarda solo il settore della produzione di materie prime per 1/3 di queste.

Per il futuro, in generale, c’è grande incertezza, considerando l’impatto che l’emergenza globale avrà sull’export.

Non sono state fatte fiere di settore o eventi per la promozione dei prodotti sia in Italia che all’estero e questo provoca un danno commerciale.

Le aziende, nel prossimo futuro, per semplificare gli scambi commerciali, tenderanno ad organizzarsi in piattaforme digitalizzate che consentiranno di gestire la promozione della domanda e dell’offerta sia in Italia che all’estero.

Si va verso un ripensamento di modelli organizzativi per meglio utilizzare e gestire gli strumenti digitali disponibili al fine di poter costruire un futuro commerciale capace di fronteggiare eventi catastrofici come quello attuale.

Share your thoughts