I VIRUS E LA LOTTA PER LA SOPRAVVIVENZA…

Il coronavirus, oltre alle terribili conseguenze che ci ha portato, ci ha fatto riflettere sul ruolo della nostra specie, convenzionalmente considerata dominante.

Ha messo in evidenza i meccanismi che regolano i cicli naturali da sempre, ancora prima della comparsa dell’uomo e che l’uomo ha pensato bene di alterare in nome del progresso.

I virus sono microorganismi antichissimi, vivono sulla terra da più di tre milioni di anni, non sono in grado di riprodursi in modo autonomo ma necessitano di un organismo ospite.

Con l’evoluzione si sono differenziati in tantissime specie, in genere si viene a stabilire una sorta di equilibrio tra l’ospite e il virus, in modo che possa sopravvivere senza danneggiare l’ospite.

SARSCoV-2 ha fatto un salto di specie, ha subito una mutazione che gli ha permesso di passare da una specie ad un’altra, quello che si chiama spillover.

Le nostre responsabilità sono evidenti, perché alteriamo gli equilibri degli habitat naturali, provochiamo cambiamenti climatici e modifichiamo il comportamento delle altre specie con cui entriamo in stretto contatto.

Quello che è successo nel mercato di Wuhan, in cui specie selvatiche si trovavano in stretto contatto con le persone, spesso anche consumate come cibo o impiegate nella medicina cinese come farmaci.

Il passaggio del virus dal pipistrello all’uomo è considerato molto improbabile, nel caso di SARSCoV-2 l’animale di transito sembra essere stato il pangolino.

Nei pipistrelli cinesi è stato trovato un virus geneticamente simile a SARSCoV-2, ma non uguale, probabilmente, in tempi precedenti è passato dal pipistrello al pangolino e dal pangolino all’uomo, perché in Cina la carne del pangolino viene mangiata.

I pipistrelli che vivono nel nostro paese sono diversi da quelli cinesi, sono molto utili in agricoltura perché si nutrono di insetti.

Di certo si sa che sono specie molto resistenti ai virus e longeve, possono vivere fino a 40 anni.

La loro resistenza è di grande interesse scientifico, capirne il perché sarebbe molto utile, non vanno né cacciati né maltrattati, sono innocui.

Share your thoughts