GLI OCCHI, PORTA D’INGRESSO PER IL VIRUS

La congiuntivite è considerata tra i sintomi distintivi di infezione da COVID-19.

Gli occhi sono una porta di ingresso del virus all’interno dell’organismo.

Uno degli studi più importanti che ha cercato la relazione tra l’infezione e l’infiammazione oculare è cinese, eseguito su 28 pazienti positivi a COVID-19. In due di questi è stato trovato il virus nella congiuntiva, altri studi recentemente diffusi sono basati su singoli casi clinici.

La congiuntiva è collegata al naso attraverso il dotto nasolacrimale, in caso di infezione il virus può trovarsi anche negli occhi per la vicinanza con la cavità nasale che ne facilita il transito.

L’infezione causata da SARSCoV-2 alle vie aeree superiori può, quindi, trasferire il virus nella congiuntiva, è possibile ritrovare il virus anche nelle lacrime, ma in bassa percentuale.

È possibile, inoltre, che il virus causi la congiuntivite proprio perché aggradisce le mucose.

Il grande allarmismo diffuso in questi tempi, se si riscontra un arrossamento oculare, induce a pensare subito ad un contagio, ma spesso, se è accompagnato da prurito, può essere causato da una manifestazione allergica, frequente in primavera.

Share your thoughts