SPIAGGE, LE REGOLE PER UN’ESTATE SICURA

Stiamo assistendo ad un rallentamento dell’epidemia, ma è importante rimanere sempre vigili, rispettare le norme e il distanziamento.

E’ stata messa a punto una guida da Cittadinanza attiva “(E)state in sicurezza” che raccoglie consigli e raccomandazioni sui comportamenti per gli stabilimenti balneari e le spiagge libere.

L’Istituto Superiore di Sanità ha emanato diverse regole ed obblighi non solo per le strutture ma anche per i bagnanti.

  • E’ obbligatorio indossare la mascherina in tutti i luoghi chiusi aperti al pubblico e nei luoghi all’aperto in cui non è possibile rispettare il distanziamento di almeno un metro.
  • Non è obbligatorio indossare la mascherina sotto il proprio ombrellone o mentre si fa il bagno, considerata dall’Istituto Superiore di Sanità a rischio trascurabile.
  • La distanza tra un ombrellone e l’altro sarà di 3,2 mt in modo da consentire alle persone un’area di sicurezza di 10 metri quadri che evita l’uso della mascherina sotto l’ombrellone.
  • Gli stabilimenti balneari dovranno garantire l’igienizzazione di lettini e sdraio per ridurre al minimo la propagazione del virus.
  • L’accesso alle spiagge libere sarà regolamentato dai Comuni, quindi, con notevoli differenze tra regioni, ad esempio Jesolo e il litorale laziale hanno messo a punto una app che permette di prenotare l’accesso alla spiaggia.
  • Sulle spiagge saranno proibite le attività a rischio di assembramento come balli, feste, eventi sociali e degustazioni a buffet.
  • Saranno permessi eventi musicali di ascolto con posti distanziati ed assegnati.

Share your thoughts