IMPARARE A CONVIVERE CON IL VIRUS

Dopo il periodo di chiusura la reazione di alcune persone con comportamenti eccessivamente a rischio ha portato ad una risalita della curva epidemica con un calo dell’età dei contagiati, oltre al fatto che i più giovani possono trasmettere il virus ai familiari più anziani.

La regola è di applicare sempre il buon senso, tenendo sempre presente il rispetto delle regole igieniche e il distanziamento sociale, non dobbiamo considerare la situazione, diventata parte integrante del quotidiano, assente o meno grave.

Gli atteggiamenti corretti preservano tutta la comunità. Ogni persona, rispettando le regole, induce l’altro a farlo, ad esempio, bisogna indossare le mascherine secondo le regole negli ambienti chiusi o dove non si possa rispettare il distanziamento sociale, ma, se alcune persone non le indossano, anche gli altri si sentiranno autorizzati a non farlo.

Difronte al rallentamento dell’epidemia non bisogna rilassarsi.

In caso di ripresa dell’epidemia potremo anche subire un tracollo psicologico vedendo vanificati gli sforzi della quarantena.

Bisogna cercare di adattarsi agli eventi e in qualche modo cercare di organizzarsi e preparare piani nell’eventualità che si possa verificare una nuova chiusura. La quotidianità è cambiata, ora viviamo una nuova normalità.

Share your thoughts